I detenuti del 7° reparto del Carcere di Bollate raccolgono fondi a sostengo delle donne… “L’Altra Metà del Cielo”

La II Casa di Reclusione di Milano – Bollate presenta;  il “Mercatino di primavera” – 2° edizione L’Arte del cucito, che avrà luogo il prossimo 14 aprile.

Un gruppo di circa 30 detenuti del reparto protetti, si sta impegnando da mesi nella realizzazione di prodotti artigianali in tessuto di vario genere. Si spazia dagli indumenti agli  accessori come borse, marsupi, foulard; e ancora, lenzuola e cuscini per la linea camera, tovaglie, grembiuli, presine per la linea cucina, porta oggetti per la linea bagno, linea giardino e tanto altro ancora.

Questo evento è il risultato dell’impegno e della dedizione dei detenuti coinvolti che si sono adoperati per spendere le proprie capacità creative di taglio e cucito, a volte fino ad ora sconosciute per il raggiungimento di un nobile obiettivo. Per la realizzazione del progetto molti dei partecipanti hanno scoperto doti innate nell’utilizzo della stoffa, nella progettazione del disegno, del taglio, del cucito a mano e del cucito a macchina, del montaggio, della rifinitura, piegatura e del confezionamento dei prodotti. Tutti i prodotti sono stati si realizzati artigianalmente, ma attraverso la programmazione di una catena umana che si è sostenuta attraverso il contributo di ciascuno, anello fondamentale dell’intera filiera.

Il  “Mercatino di primavera” è stato ideato non solo con l’obiettivo di impegnare i detenuti nella creazione di oggetti da vendere, ma soprattutto per la realizzazione di una raccolta fondi benefica.

In questa edizione si lavorerà a favore dell’Associazione “L’Altra Metà del cielo” che sostiene e lotta a favore delle donne vittime di violenze di ogni genere.

Questo progetto sociale ha struttura tematica di interesse terapeutico e trattamentale, proprio per questo motivo conta anche sulla partecipazione della scuola “Il teatro della Moda” di Milano, che offre consulenza tecnica ai detenuti partecipanti, attraverso la collaborazione di alcuni docenti che si sono resi disponibili a supportare i detenuti nelle diverse tecniche di cucito. Tale collaborazione potrebbe, altresì, portare al riconoscimento di una borsa di studio in favore di un partecipante che si sarà distinto durante la realizzazione dei manufatti e che potrà fruire dell’esperienza della scuola per partecipare alle lezioni e ottenere un attestato spendibile all’esterno una volta conclusa l’esecuzione penale.

La realizzazione dell’evento è stato possibile grazie al benestare della Direzione del Carcere nella persona della Dottoressa Cosima Buccoliero, al coordinamento della Dottoressa Simona Gallo – Funzionario Giuridico Pedagogico e al contributo della Polizia Penitenziaria. Un ringraziamento va anche ai volontari e le cooperative sociali del circuito carcerario che a vario titolo hanno supportato l’iniziativa.

L’evento è patrocinato da diversi enti pubblici oltre che sostenuto da enti privati e sociali.

Modalità d’ingresso: Iscriversi sul sito: www.carceredibollate.it

Per ulteriori dettagli del progetto: simona.gallo@giusitizia.it

LE ISCRIZIONI AI MERCATINI DI PRIMAVERA SONO CHIUSE.

Abbiamo raggiunto il limite massimo di iscritti.

Come arrivare

Il carcere si trova a Milano in Via Cristina Belgioioso, 120:

  • in auto dalla tangenziale ovest/autostrada: direzione Varese Como proseguire fino all’uscita Novara Milano Gallaratese, tenersi sulla destra e prendere l’uscita verso Milano Gallaratese – Milano Figino. proseguire sempre dritto, entrare in A8 e prendere la prima uscita verso Fiera Milano e, tenendosi a destra, l’uscita Bollate-Varesina-Monza -Milano Meda. Dopo 400 metri uscire a Baranzate, alla prima rotonda prendere la seconda uscita verso Baranzate-Sacco e alla seconda rotonda la prima uscita verso Carcere di Bollate – Mazzo – Rho.  proseguire dritto, dopo la curva seguire le indicazioni per la Casa di Reclusione girando a destra su via Montello. Dopo circa 200 metri troverete il parcheggio del carcere sulla sinistra.

    Dall’autostrada A 8 si può anche uscire a Fiera Milano (Expo’) e poi si deve seguire direzione Rho, poi Cascina Triulza.

  • in auto dalla Monza-Rho: uscita Baranzate, alla rotonda seguire le indicazioni per il carcere.

  • in auto da Milano – Ospedale Saccolasciando sulla destra l’ingresso dell’ospedale, proseguire dritti (Via Milano), al quarto semaforo (quello relativo a un incrocio più grande), svoltare a sinistra e seguire le indicazioni per il carcere.

  • con i mezzi pubblici: si deve arrivare alla stazione di Rho Fiera (capolinea della metropolitana 1 e stazione ferroviaria delle linee regionali Milano Centrale-Torino, milano Porta Garibaldi Porto Ceresio, Milano Porta Garibaldi- Domodossola, della linea S11 Chiasso-Rho e delle linee S5 e S6 del passante ferroviario Treviglio-Varese e Pioltello-Novara). Dalla stazione, seguire per l’uscita di Via Risorgimento, giunti in cima alle scale mobili poco avanti, costeggiato il piazzale di mattonelle azzurre, c’è la fermata dell’autobus linea 542 (con la scritta “Carcere di Bollate”). La linea prevede due corse all’ora: alle ’12 e ’42 di ogni ora dalle 7 alle 19. E’ possibile raggiungere l’Istituto, sempre dalla stazione di Rho – Fiera anche a piedi (20 minuti circa). In tal caso, usciti dalla stazione (come sopra indicato), girare a sinistra, attraversare la prima strada, la seconda, passando sotto il raccordo della tangenziale e, tenendo la sinistra, costeggiare, sull’apposito marciapiede, la recinzione dell’area di Expo’2015, sino all’entrata dell’ex cargo 10 dell’evento. Di fronte vi è l’ingresso del carcere.