Le nostre attività2018-10-16T15:30:18+00:00

1. L’istruzione

Sono attive all’interno dell’Istituto più Sezioni Carcerarie della Scuola Media Statale “Leonardo Da Vinci” di Limbiate (MI), dell’Istituto di Istruzione Superiore “Primo Levi” di Bollate (MI) e la sezione carceraria ad indirizzo alberghiero dell’Istituto di Istruzione Superiore “Paolo Frisi”.

La prima offre, oltre al corso di scuola media in senso stretto, anche corsi di alfabetizzazione, corsi di inglese e di informatica. Per quanto, invece, riguarda l’Istituto di Istruzione Superiore “Primo Levi” scuola Media Superiore è attivo un Corso Regionale di durata quadriennale che al termine del III anno rilascia un attestato di qualifica triennale per “Operatore Amministrativo Segretariale”, mentre al termine del quarto anno un attestato di qualifica quadriennale di “Tecnico Amministrativo Segretariale” e, ad esaurimento, il Corso quinquennale Statale di Istituto Tecnico Commerciale, Progetto “Sirio”.

Referente: Dr. Emanuele Scaccia

STUDI UNIVERSITARI

Sono attive convenzione per agevolare lo studio universitario dei detenuti, con le Università di Milano Bicocca, Milano Statale e Cattolica.

Un’operatrice della coop. Articolo 3 si occupa del disbrigo delle pratiche relative all’iscrizione dei detenuti, al contatto con i docenti (sia per chiarimenti sui programmi e sui testi degli esami sia per lo svolgimento delle prove).

Ad oggi ci sono 42 detenuti iscritti all’università.

Grazie alla collaborazione e alla sensibilità di alcuni docenti, all’interno dell’Istituto si tengono seminari e laboratori (misti tra studenti liberi e studenti detenuti), tra questi il laboratorio filosofico “Libertà e diritti” (organizzato dal Dipartimento di Filosofia dell’Università Statale), il Laboratorio didattico-pedagogico sul Lavoro educativo in carcere (Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione dell’Università di Milano – Bicocca), la lezione aperta organizzata dalla cattedra di Pedagogia Sociale del medesimo ateneo e gli incontri di formazione in tema giuridico promossi dall’Università Statale .

Referente: dr.ssa Laura Cambri

2. Il Lavoro

IL LAVORO INTERNO ALLA STRUTTURA

Di seguito si elencano le aziende attive all’interno dell’Istituto, con i relativi contatti.

Referente per questo settore è la dr.ssa Angelina Quattrocchi

L’offerta lavorativa e le nostre produzioni:

IL LAVORO ALL’ESTERNO

E’ presente un alto numero di detenuti ammessi al lavoro all’esterno (ai sensi dell’art. 21 dell’Ordinamento Penitenziario).

Si contano una media di 200 detenuti che lavorano all’esterno.

Tale inserimento è possibile grazie a contatti con singole aziende, a convenzioni e all’utilizzo dello strumento delle borse lavoro erogato dal Comune o dalla Regione e gestite dal CELAV (Centro di Mediazione al Lavoro) e dalla Cooperativa AEI e di singoli progetti finalizzati all’inserimento sociale.

Referenti: Dr.ssa Matilde Napoleone e Dr. Roberto Bezzi

3. Le attività culturali, ricreative e sportive

All’interno dell’Istituto vengono proposte varie attività culturali/ricreative, discusse preliminarmente all’interno della Commissione Cultura, istituita ai sensi dell’art. 27 OP, e di cui fanno parte l’educatore che stabilmente la presidia, volontari e persone detenute, le quali, attraverso al partecipazione attiva, possono avere un ruolo decisionale nell’organizzazione della vita dell’istituto.

Il teatro interno ospitava regolarmente rappresentazioni teatrali, concerti, incontri letterari, mercatini e queste opportunità erano rivolte sia alla popolazione detenuta che ai visitatori esterni. Attualmente il teatro è in fase di ristrutturazione e presto tornerà attivo
Presso l’Area Trattamentale, cuore del carcere, è attiva una Biblioteca, che conta più di 16.000 volumi. Inserita nel consorzio Milano Nord, la biblioteca si avvale anche di uno Sportello On Line. Questi servizi sono gestiti dai detenuti in collaborazione con l’Associazione “Mario Cuminetti”, che promuove le attività di tipo culturale.

Per quanto attiene le attività sportive, sono stabilmente attivi i tornei di calcio, di tennis e altre discipline (ginnastica dolce, yoga, danza terapia ecc) sono comunque presenti nei singoli reparti grazie all’attività dei volontari.

È attivo il progetto Pugni chiusi che consiste in un percorso di preparazione/allentamento relativo alla boxe.

Referente: Dr.ssa Catia Bianchi

GIORNALI

Sono attive le redazioni di due giornali interni:

Cartebollate

Periodico di informazione della II casa di Reclusione di Milano-Bollate
www.cartebollate.com – redazionecb@gmail.com

Salute IngraTa

Periodico di informazione sulla salute della II casa di Reclusione di Milano – Bollate
www.amicidizaccheo-lombardia.it – nicola.garofalo@amicidizaccheo-lombardia.it

MANEGGIO

E’ attivo un maneggio gestito dall’Associazione Salto oltre il muro (ASOM)
www.cavallincarcere.it – asombollate@libero.it

IL GRUPPO DELLA TRASGRESSIONE

Il Gruppo della Trasgressione nasce dalla lunga esperienza del dott. Angelo Aparo nelle carceri di San Vittore, Bollate e Opera. Dal 1997 Il Gruppo della Trasgressione lavora sulla auto-percezione di chi commette reati e sul sostrato affettivo che anche nelle persone comuni può portare a piccole violenze sugli altri e su se stessi. Punti di partenza della nostra ricerca sono l’insoddisfazione che spesso vivono gli adolescenti nel rapporto con le proprie risorse interiori e con gli adulti, i sentimenti e gli stati d’animo che si accompagnano ai primi reati. Da oltre dieci anni i detenuti del gruppo possono provare il Piacere della Responsabilità portando il lavoro svolto su se stessi nelle scuole. La collaborazione con gli istituti scolastici permette che detenuti e adolescenti divengano interlocutori critici gli uni degli altri e, allo stesso tempo, attivatori delle rispettive risorse.

www.trasgressione.net

4. Prodotti/Servizi per i detenuti

A SOSTEGNO DELLA GENITORIALITÀ

L’educatore si occupa di coordinare e stimolare l’azione dei progetti che operano in tale settore all’interno dell’istituto (Telefono Azzurro, Genitori Dentro, Bambini senza Sbarre) al contempo – in sinergia con l’Ufficio Colloqui – organizza momenti di incontro tra genitori detenuti e figli minori.

Inoltre spetta all’educatore svolgere funzioni di filtro rispetto allo “Sportello famiglia” curato da un avvocato che con attività di volontariato cura il disbrigo di pratiche relative al diritto di famiglia e minorile civile.

Referente: Dr. ssa Teresa Di Stefano

SERVIZI DI RETE CIVICA

L’Ufficio di Rete Civica è stato organizzato creando un team di detenuti volontari per il disbrigo delle varie pratiche, una squadra formata professionalmente da operatori pubblici e privati con i quali la Direzione ha sottoscritto Protocolli di Intesa.

Ad oggi sono presenti nell’istituto l’ Ufficio anagrafe (Identità e residenza), un patronato per contatti con l’Inps, il Sicet (contatti con l’Aler), il Difensore Regionale Lombardia, il Centro per l’impiego, l’Agenzia delle entrate, lo sportello “carcere” dell’Ordine degli Avvocati e lo sportello patenti.

Il responsabile ha compiti di rappresentanza nei confronti delle Amministrazioni pubbliche e private; il team del Segretariato sociale ha compiti esecutivi. Pertanto, ogni detenuto è responsabile delle pratiche che svolge.

Collaborano a tempo pieno (e a titolo gratuito) 7 detenuti.

Referente: Dr.ssa Federica Marroni

SPORTELLO GIURIDICO

E’ attivo uno Sportello Giuridico, dove detenuti, che si sono formati in materia, assieme a persone libere (volontari dell’associazione Mario Cuminetti, docenti del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Milano Bicocca e della Bocconi, nonché studenti stagisti dei medesimi atenei), si mettono a disposizione dei compagni per la formulazione di istanze e pratiche da inoltrare alla Magistratura competente.

Inoltre, grazie alla cattedra di Diritto Penale dell’Università di Milano – Bicocca, si sono svolte delle esercitazioni (“clinica legale”) condotte dai docenti e con il coinvolgimento di studenti per analizzare delle situazioni giuridicamente complesse e offrire una consulenza pratica.

SPORTELLO SALUTE

E’ attivo inoltre lo Sportello Salute che si occupa di agevolare i contatti tra i detenuti e l’Area Sanitaria dell’Istituto.

SERVIZI PER DETENUTI STRANIERI

Per i detenuti stranieri è presente un agente di rete che si occupa esclusivamente dei problemi e delle pratiche ad essi relative: contatti con Questura e Consolati per rinnovo documenti (e relativo accompagnamento degli stessi tramite applicazione di permessi o modifica dei programmi di lavoro all’esterno).

E’ presente, inoltre, un mediatore culturale che coadiuva l’operato dell’agente di rete. E’ attivo, infine, anche il Gruppo Migranti, gruppo di confronto e sollecitazione culturale sulle tematiche della migrazione.

Sono presenti, inoltre, ministri di culto di varie religioni.

IL VOLONTARIATO COME ESPERIENZA EDUCATIVA

Molti detenuti ammessi al lavoro all’esterno svolgono anche attività di volontariato e queste rientrano nelle finalità dell’Associazione Articolo 21 che è stata creata da un gruppo di reclusi per rendere visibile il desiderio di riparare (simbolicamente) il danno arrecato alla società, attraverso azioni di supporto a fasce deboli, svolte in modo gratuito.

Sino ad ora gli enti convenzionati sono seguenti: Comune di Bollate (per imbiancatura edifici scolastici insieme ai genitori dei bambini alunni e collaborazione in qualità di addetti al ricevimento in occasione di concerti a Villa Arconati)); Casa della carità (per il servizio di portineria, di pulizia della mensa, distribuzione dei pasti serali, addetti al servizio docce per i senza tetto, accompagnamento di persone anziane presso le loro abitazioni); Cooperativa Labriola (gestione degli orti e manutenzione della cooperativa che gestisce un circolo ricreativo – principalmente per anziani – supporto a un gruppo di animazione afferente al Consiglio di Zona 8 del Comune di Milano per l’organizzazione di eventi e iniziative); Coop. Angel Service (per la distribuzione a domicilio di pasti caldi per persone anziane e malate); Associazione Quarto Posto (supporto all’associazione che si occupa di prevenzione alla devianza e socializzazione nel quartiere di Quarto Oggiaro); Parco Trotter (per organizzazione di eventi in collaborazione con radio Popolare); Fondazione Exodus (sede di Gallarate – per supporto agli utenti, sistemazione biblioteca, cura degli spazi).

Referente: Dr.ssa Matilde Napoleone

COLLABORAZIONE CON L’UNIVERSITÀ

Oltre ai servizi offerti ai detenuti, la II CR di Milano offre la possibilità a studenti di svolgere tirocini o stage per i seguenti corsi di laurea: scienze dell’educazione, psicologia, giurisprudenza, sociologia, previa selezione e invio dei preposti uffici tirocini.

Referente: Dr. Roberto Bezzi

SERVIZI ALLA CITTADINANZA

Oltre alle produzioni lavorative, accessibili alla cittadinanza, è attivo il nido aziendale “Biobab”, nato per i dipendenti dell’Istituto ma aperto anche al pubblico, il servizio è gestito dalla cooperativa Stripes.

www.biobab.it